Statistiche

  • Interventi (1340)
  • Commenti (0)

Archivi

lunedì 6 maggio 2013 09:30:00

È la romagnola Annalisa Linguerri di Lugo di Romagna la vincitrice della 12a edizione del Master del Sangiovese, svoltosi a Faenza nell’affascinante Museo Internazionale delle Ceramiche che ospitava anche la manifestazione Vini ad Arte. Un successo ancora al femminile dopo quello di Claudia Bondi nell’edizione precedente.

Dopo aver superato le prove di semifinale, che prevedevano un questionario scritto con domande articolate su cultura generale, enografia, comunicazione, degustazione di due vini e prova di abbinamento cibo-vino, insieme ad Annalisa si sono disputati la finale un agguerrito Ottavio Venditto di Venezia, classificatosi poi al secondo posto, e un ottimo Federico Scarponi di Assisi, terzo classificato.A un passo dalla finale un altro romagnolo, il faentino Riccardo Ravaioli, ed Enrico Fiorini di Cerea (VR).

Una competizione combattuta svolta con professionalità e competenza dai tre finalisti, sia nelle prove tecniche di degustazione e decantazione, sia nelle prove teoriche di abbinamento cibo-vino, con approccio al tavolo di alcuni commensali, carta dei vini e prova di comunicazione, caratterizzando le proprie prove con proposte innovative e stimolanti e dimostrando una approfondita conoscenza delle diversità che il sangiovese esprime nei territori di maggior diffusione.

Evidente la soddisfazione dei partecipanti alla premiazione di fronte alla Giuria composta dal Presidente AIS Antonello Maietta, dal responsabile nazionale Concorsi Cristiano Cini, dal Presidente Consorzio Vini di Romagna Enol. Giordano Zinzani, dal Vicepresidente Assoenologi Romagnoli Enol. Maurizio Ortali, da Claudia Bondi e dal Presidente AIS Romagna Gian Carlo Mondini. Al termine la promessa di ritrovarsi con lo stesso entusiasmo per la prossima edizione.

 

                                         Cristiano Cini e i partecipanti al Master del Sangiovese 2013

 

                                                           La premiazione di Annalisa Linguerri

 

 

© Associazione Italiana Sommelier (ed altri contributi)