mercoledì 21 dicembre 2016 16:00:00

Cari Associati,

è consuetudine per tutti negli ultimi giorni dell’anno tracciare il bilancio del periodo trascorso. Lo fanno le aziende, lo fanno le famiglie, lo facciamo naturalmente anche noi dell’Associazione Italiana Sommelier, consapevoli che la peculiarità del nostro rendiconto non può essere di esclusiva natura materiale.

Le testimonianze positive del nostro bilancio non possono essere soltanto i numeri e le percentuali, che anche quest’anno ci premiano, bensì le attestazioni di stima, di riconoscenza e di incoraggiamento che ci giungono da ogni parte, confermando la sempre più elevata considerazione di cui gode la nostra Associazione. Ne siamo orgogliosi perché si tratta di una credibilità guadagnata sul campo grazie alla competenza e alla serietà dimostrate nel tempo, unite alla capacità di saperci donare agli altri con generosità e altruismo.

Senza dimenticare che il patrimonio più grande per un’Associazione sono le persone che vi aderiscono e il risultato più gratificante è riuscire a soddisfare i loro desideri e anticipare le loro aspettative.

Nel ringraziarvi per quanto avete fatto per il nostro sodalizio, mi auguro che questo entusiasmo costituisca un buon presupposto per festeggiare serenamente il Natale e per accogliere il nuovo anno con responsabile ottimismo.

Buon Natale e buon 2017, Amici cari.

Antonello Maietta
 

© Associazione Italiana Sommelier (ed altri contributi)