Statistiche

  • Interventi (1332)
  • Commenti (0)
martedì 30 aprile 2013 10:45:00

Si avvicina l'appuntamento di sabato 25 maggio in Carpenè Malvolti con la finale della seconda edizione del Gran Premio Alfiere del Prosecco Carpenè, il concorso organizzato in collaborazione con l'Associazione Italiana Sommelier finalizzato all'elezione di colui che rappresenterà le storiche bollicine di Conegliano negli eventi più importanti nell'arco di un anno intero. Dedicato a giovani sommelier under 35, il concorso Alfiere del Prosecco Carpenè si presenta come una opportunità imperdibile per entrare nell'olimpo della sommellerie italiana, che mira a valorizzare la professione e a individuare nuove figure da indirizzare nel settore della comunicazione del vino, in particolare nella divulgazione e promozione di un vitigno e di un territorio caratterizzati da spiccati valori e tradizioni.

Dopo l'elezione di Andrea Bravaccini nel 2012, la squadra dei sommelier under 35 provenienti da tutt'Italia, candidati a raccogliere il suo testimone, si prepara a una competizione all'ultima bollicina, da disputare in due tempi: la semifinale, durante la mattina di sabato 25 maggio alla Scuola Enologica di Conegliano e la finalissima, in Carpenè Malvolti, a partire dalle 15 in concomitanza della manifestazione Cantine Aperte.

Obiettivo del Gran Premio Alfiere del Prosecco Carpenè è quello di individuare un giovane sommelier, rigorosamente under 35, che con la sua immagine fresca e professionale, rappresenti nel mondo il Prosecco DOCG non solo come prodotto, ma anche come concetto di un nuovo modo di bere, informale, di qualità, glamour e soprattutto adatto in ogni occasione. Particolarmente importante sarà infine la prova che metterà i concorrenti di fronte a una telecamera, misurandone la loro capacità comunicativa.

 

© Associazione Italiana Sommelier (ed altri contributi)