Statistiche

  • Interventi (1332)
  • Commenti (0)
lunedì 30 gennaio 2012 17:10:00

La nuova frontiera su cui scommettere per far crescere l'enoturismo si chiama Web 2.0. Anche gli enoturisti, infatti, cambiano le proprie caratteristiche: non più semplici appassionati del vino, ma un gruppo di esperti che in rete confronta l'offerta del mercato, i prezzi e la qualità dei prodotti sul proprio smartphone e che discute sulle esperienze in cantina sui social network.
Da Perugia, dove è in corso l'International Wine Tourism Conference & Workshop, emergono dati significativi che sottolineano il ruolo chiave di Internet nel turismo del vino. Il web, insieme al tradizionale passaparola, ha determinato fino ad oggi il successo del turismo nei territori vinicoli molto più dei canali tradizionali di promozione, esercitando un'influenza assai maggiore degli altri mass media.
Una ricerca del Movimento Turismo Vino sulle proprie cantine associate ha evidenziato il ruolo fondamentale che la rete con i suoi blog ricopre nella scelta della meta della vacanza: per il 66,3% dei produttori due clienti su tre scelgono l'itinerario e la visita in cantina da soli sul web.
Le cifre mettono in luce per l'enoturismo un valore sei volte superiore alla media nazionale, dove il 10,6% dei turisti utilizza Internet per informarsi sulla vacanza (dati 2010 Osservatorio Nazionale del Turismo). E il trend continuerà a crescere: basti pensare che la percentuale è raddoppiata in un solo anno (dal 5,3% del 2009 a 10,6% nel 2010) e che il web è considerato il canale informativo più "autorevole" per la scelta della destinazione turistica, preceduto solo da due elementi "reali", come l'esperienza pregressa e il passaparola (indagine Isnart sui comportamenti turistici degli italiani nel primo semestre 2011).
Così "globale" e "locale"  in questo caso non sono termini in contrasto: le potenzialità di Internet riescono a valorizzare e promuovere tutto ciò che fino a pochi anni fa era sconosciuto ai più, portandolo in ogni angolo del pianeta.

 

© Associazione Italiana Sommelier (ed altri contributi)