Statistiche

  • Interventi (1315)
  • Commenti (0)
martedì 23 maggio 2017 12:30:00

È stata Vino in Villa, la manifestazione organizzata dal Consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore, ad ospitare domenica 21 maggio la premiazione del Primo Master organizzato da AIS Veneto e dedicato alle bollicine italiane più famose del mondo.

A conquistare il titolo è stata la 32enne Martina Andretta della delegazione di TV che, grazie anche alla sua esperienza maturata presso lo stand  Vinitaly del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore, ha saputo sbaragliare la concorrenza, prima fra tutte quella della collega Elena Anastasia Schipani, 42 anni, anche lei della delegazione di TV e piazzatasi al secondo posto.

Sul podio anche Sergio Garreffa della delegazione del Golfo Tigulio Portofino, veterano dei concorsi nazionale e plurititolato ai master nazionali.

Una competizione difficile ed impegnativa, anche grazie all’alto livello dei semifinalisti, accorsi da tutta Italia per ottenere l’ambito titolo di Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore.

La selezione di accesso alla finale ha visto una prima parte, svoltasi il sabato presso la scuola enologica, in cui i semifinalisti hanno preso parte al seminario dedicato alle specificità della denominazione terminando la giornata con una serie di degustazioni legate alla zonazione e alle diverse espressioni delle Rive.

Domenica mattina, presso la storica sede del Consorzio di Villa Brandolini, a Solighetto di Pieve di Soligo (TV), si è tenuta invece la prima prova scritta che ha permesso di identificare i tre finalisti che, nel pomeriggio, si sono affrontati direttamente per la conquista del titolo.

La prova finale si è infatti articolata in più passaggi per valutare le capacità dei contendenti in tema di servizio, presentazione e  abbinamento di più referenze della denominazione. Si è misurata anche la conoscenza e la capacità di comunicare il territorio, test quanto mai attuale, data l’importanza oggi rivestita dalla comunicazione nella diffusione della conoscenza di un prodotto: in un mondo come quello del vino, dove le referenze e le etichette presenti sul mercato crescono di anno in anno a livello esponenziale, la capacità di differenziarsi attraverso un buono story telling diventa una strategia vincente.

Il Castello di San Salvatore di Susegana (TV), che dal 2003 ospita la manifestazione Vino in Villa, è stata così la suggestiva cornice del primo concorso dedicato ad una delle denominazioni italiane più conosciute a livello planetario. Commenta Marco Aldegheri, presidente di AIS Veneto: “Questa prima edizione del Master Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore segna per noi un grande passo. Il concorso è infatti il coronamento di un progetto iniziato due anni fa, nato per stimolare i giovani sommelier italiani a confrontarsi nella valorizzazione di un vino particolarmente caro al nostro territorio e alla nostra tradizione. I miei complimenti vanno a tutti i concorrenti e al Consorzio di Tutela che ha messo a disposizione risorse e competenze tecniche di prim'ordine. Un particolare tributo va infine alla delegazione di Treviso guidata da Wladimiro Gobbo, che ha fortemente voluto questo momento di confronto e di crescita, degno coronamento del grande lavoro svolto dalla scuola concorsi AIS Veneto, che una volta di più si conferma vera fucina di talenti!”.

Ufficio Stampa AIS Veneto

IL VIDEO A CURA DI SIMONE SAVOIA

 

Sergio Garreffa, Martina Andretta, Elena Anastasia Schipani e Antonello Maietta, Presidente Nazionale AIS

 

© Associazione Italiana Sommelier (ed altri contributi)