Statistiche

  • Interventi (1332)
  • Commenti (0)
martedì 22 agosto 2017 14:00:00

Era il 2016, il mese era ottobre, e già l’incipiente regolamentazione territoriale del vigneto nella Rioja creava discussioni (La Rioja si terroirizza, 21/10/2016). Adesso è legge e qualcosa di meno nuvoloso sembra intravedersi.

Il Consiglio della Rioja ha deciso che si farà, le prime etichette sono attese tra due anni e la legislazione non limita solo gli areali, si estende anche ad altro.

Tra le regole troviamo una vendemmia tutta manuale, la resa del 20% inferiore allo standard, le vigne devono essere vecchie di almeno 35 anni, la vinificazione e l’allevamento devono essere distinti e separati, ci deve essere la totale tracciabilità nella filiera che parte dalla determinazione naturale del singolo vigneto. Non cambia l’età dell’affinamento, per cui potremo avere un vino Crianza Viñedos Singulares o anche un Gran Reserva. Nella Rioja ci sono 10.000 vigneti riconoscibili e, come anticipato, non troveranno vita se non fra due anni (2019). Inizialmente si ipotizza una presenza sul mercato di un centinaio di Viñedos Singulares, poi incrementeranno. La cosa che tutti si augurano è che aumenti esponenzialmente prima la qualità rispetto al prezzo. Vedremo.

AIS Staff Writer

 

© Associazione Italiana Sommelier (ed altri contributi)