10:00
20:00

1° Trofeo Romagna Albana DOCG

Apre in questi giorni la possibilità di iscriversi al primo Master dell'Albana che si terrà a Bertinoro il prossimo 25 e 26 novembre. Un annuncio che arriva molto in anticipo rispetto al momento in cui si svolgerà l'evento per dare l'opportunità ai sommelier di tutta Italia e del mondo di partecipare.

L'evento vede la collaborazione del Comune di Bertinoro, dell'Associazione AIS Romagna, del Consorzio “Vini di Romagna” e Consorzio “Vini di Bertinoro”, tutti uniti nella volontà di celebrare i 30 anni del riconoscimento dell'Albana di Romagna come DOCG.

«C'è un grande interesse dei territori della Romagna per questo evento – afferma il Vice Sindaco Mirko Capuano. - Nel 1987 Bertinoro fece fondere una campana celebrativa che fu posta per qualche tempo nella torre civica. Poi fu deciso di collocarla nella terrazza della Ca' de Bé, la prima enoteca dei vini di Romagna, perché tutti potessero ammirarne gli alto rilievi dell'artista Bardeggia e far risuonare qualche rintocco benaugurante per tutta la produzione vitivinicola romagnola. Oggi il nostro progetto è quello di far conoscere e promuovere l'unicità del nostro territorio proprio attraverso l'unicità dell'Albana.»

30 anni non sono solo una ricorrenza. L'Albana in questi ultimi anni ha visto crescere l'interesse dei produttori e l'interesse del pubblico. Da qualche anno l'Albana riceve grandi riconoscimenti (raggiungendo l'eccellenza nella Guida “Emilia-Romagna da Bere e da Mangiare) e da due anni, per la prima volta, due Albane secco (entrambe di Bertinoro) hanno ricevuto i TreBicchieri dell'importante Guida dei vini italiani “Gambero Rosso”. Questo è il contesto in cui l'AIS Romagna ha avuto l'idea del primo Master dell'Albana.

«L'idea del Master – dice Roberto Giorgini, presidente AIS Romagna – è quella di un lungo percorso per raggiungere grandi risultati, come lo ha raggiunto in questi anni l'Albana nella versione passito e secco. L'Albana è un vino molto complesso, che ha tantissime possibilità di abbinamento ed è un vino che entusiasma. Chiudere il 2017 con il Master vuol essere di richiamo e di sprone per il pubblico e per i produttori. È un vino con un grande potenziale!»

L'importanza di questo evento è sottolineata anche dalla presenza del Consorzio Vini di Romagna e Consorzio Vini di Bertinoro, rappresentate dal produttore Mauro Sirri (Azienda vitivinicola Celli), che esordisce con un ringraziamento all'Amministrazione comunale e all'AIS Romagna per questa azione davvero importante. «L'Albana è un vitigno che si distingue –è il produttore Mauro Sirri che parla – per la sua unicità e personalità. Unicità perché non viene coltivato in nessun'altra parte del mondo ed ha una zona di produzione delimitata all'interno della stessa Romagna perché richiede un terroir specifico. Personalità perché è un vino di grande complessità, tutta da raccontare (profumo, colore e sapore unici, difficilmente riconducibili ad altri vini nel mondo). Negli ultimi anni è cresciuto l'interesse da parte dei consumatori e sta crescendo anche l'interesse dei produttori. Sta a noi far crescere la conoscenza di questo nostro prodotto di eccellenza.»

Il vincitore del Primo Master dell'Albana (evento che sarà aperto al pubblico) si impegnerà a promuovere l'Albana nel mondo. L'AIS Romagna ha già in previsione almeno 3 o 4 iniziative per il 2018 in giro per l'Italia, a cui inviterà colui o colei che si sarà aggiudicato il Master per raccontare al pubblico presente le meraviglie racchiuse in un bicchiere di Albana.

Alcuni numeri dell'Albana, prodotta in particolare a Bertinoro, nel faentino e nell'imolese: circa un milione di bottiglie prodotte, di cui due terzi nella versione “secco”. L'Albana “dolce” è sempre meno, e anche la versione “amabile” è pressoché scomparsa. L'Albana “passito” è una produzione importante per la qualità, anche se il numero delle bottiglie prodotte rimane sotto alle 100.000. Si sta affermando anche la qualità che è solamente DOC: l'Albana “spumante”.

 

IL REGOLAMENTO DEL CONCORSO E IL MODULO DI ISCRIZIONE