09:15
12:15

Sabato 23 marzo della ore 9.15 alle 12.15 presso l’Hotel Parma e Congressi in via Emilia ovest 281/A, si terrà il seminario di approfondimento didattico dal titolo “Riconoscere alterazioni, difetti e malattie del vino durante la degustazione” organizzato da AIS Parma.

L’incontro è rivolto ai soci ed agli appassionati di vino che vogliono affinare le proprie capacità di riconoscimento sensoriale dei principali difetti del vino, attraverso una degustazione di diversi campioni contaminati artificialmente. La degustazione sarà accompagnata da un approfondimento teorico sull’origine dei meccanismi di comparsa ed evoluzione dei difetti stessi  nonchè gli effetti nella degustazione. A condurre il seminario sarà il PHD  Andrea Piva, docente di Tecnologie Enologiche speciali presso la Facoltà di Bioscienze e Tecnologie Agroalimentari ed Ambientali dell’Università degli Studi di Teramo.

PARTE TEORICA

ANOMALIE DEL VINO

  • Distinzione tra difetti, alterazioni chimico-fisiche e alterazioni microbiche o malattie
  • Difetti nell’aspetto, difetti nell’aroma e difetti nel gusto

POSSIBILE ORIGINE DEI DIFETTI

  • Difetti derivati dalle uve
  •  Difetti derivati dalle operazioni prefermentative e fermentative
  •  Difetti durante l’affinamento e l’invecchiamento

CONTAMINANTI DEI VINI CHE NON CAUSANO DIFETTI

PARTE PRATICA
Assaggio e confronto fra vini testimone e 12 campioni difettosi.

DEGUSTAZIONE
Al termine del seminario sarà offerto un aperitivo con una degustazione di vini abruzzesi e stuzzichini di accompagnamento.

I vini in degustazione saranno:

Montepulciano Azienda VENEA (CH)
Passerina Azienda Agricola Biagi (TE)
Cerasuolo Azienda Pietrantonj (AQ)
Montepulciano in Petra Azienda Chiusa Grande (PE)
Cococciola Tenuta Ulisse (CH)
Montepulciano DOCG “Colline Teramane” Azienda Di Giovanpietro (TE)

Note su alcuni vini in degustazione: il Montepulciano in Petra è vinificato nella pietra bianca della Majella ma non affinato. L’affinamento avviene in acciaio per la  difficoltà nella chiusura delle pietre che sono veri e propri contenitori ricavati da un blocco di roccia.
La Cococciola è un vitigno autoctono abruzzese riscoperto negli ultimi anni ed è principalmente coltivano in provincia di Chieti ed in passato era usato per dare freschezza ai vini bianchi regionali a base di trebbiano. La Passerina, anch’essa riscoperta negli ultimi anni, è principalmente coltivata nel Teramano e ha un buona freschezza.

INFO E COSTI

Il seminario è a numero chiuso per un massimo di 50 persone, è richiesta l’iscrizione entro e non oltre venerdì 22 marzo, solo ed esclusivamente su prenotazione telefonica al numero 339.5362229 o mediante mail amministrazione.pr@aisemilia.it.

Il costo del seminario è di 45€  a persona per i soci e di 55€ a persona per i non soci.  Il pagamento dovrà essere effettuato tramite bonifico bancario al seguente IBAN: IT93V 03069 13098 1000 0000 5805 indicando nome e cognome del / dei partecipanti e con la con la dicitura “iscrizione seminario difetti del vino”. In caso di prenotazione e mancata partecipazione non sono previsti rimborsi.