20:45
23:30

Trattazione a cura di Rav Luciano Meir Caro, Rabbino Capo della Comunità ebraica di Ferrara

Programma

Nella tradizione ebraica il vino (yain) occupa un posto rilevante in molteplici manifestazioni rituali quali, ad esempio, l’inizio del pasto dei giorni festivi (kiddush), la celebrazione del matrimonio e la pratica della circoncisione. Il vino compare nei primi capitoli della Genesi dedicati ai primordi della presenza umana sulla terra: quando le acque del diluvio si ritirarono, Noè provvide a piantare una vigna e, prodotto il vino, se ne ubriacò. Secondo la tradizione prima di bere il vino occorre recitare una apposita benedizione “all’Eterno che ha creato il frutto della vite”. Non mancano nella letteratura ebraica moniti contro i pericoli del vino che sollecita l’allegria ma deve essere assunto con moderazione. Così il testo biblico vieta al celebrante di bere vino prima di adempiere alle funzioni rituali. All’ebreo è consentito di bere vino solo se certificato kasher (permesso) vale a dire prodotto sotto la sorveglianza di un ebreo affidabile. Dopo la trattazione seguirà degustazione di cinque vini:

  • Binyamina, Reserve Sauvignon blanc 2017
  • Binyamina, Grenache Barbera Dry 2017
  • Recanati Winery, Marawi Single wineyard 2017
  • Recanati Winery, Bittuni 2017
  • Recanati Winery, Shiraz Upper Galilee 2017

 

Iscrizione e costi

La quota di partecipazione alla serata è di €30,00 per i Soci AIS, €35,00 per i non Soci.

È richiesta l’iscrizione, entro e non oltre giovedì 5 novembre 2020, esclusivamente inviando una mail a segreteria.fe@aisemilia.it.

Successivamente alla conferma della disponibilità dei posti, ed entro due giorni dalla stessa, si dovrà effettuare bonifico bancario sul seguente IBAN IT14Q0306913098100000005800, intestato a “AIS EMILIA DELEGAZIONE FERRARA”, indicando nella causale “Nome evento e data + nome e cognome del/i partecipante/i”.

Non verranno effettuati rimborsi per disdette comunicate dopo la data del 5 novembre 2020.
Si raccomanda la massima puntualità.