Statistiche

  • Interventi (1646)
  • Commenti (0)

Archivi

martedì 19 luglio 2011 14:05:00

Paglierino, dorato, ambrato, porpora, rubino, granato? Floreale, fruttato, fragrante, minerale? Secco, abboccato, amabile, dolce? Debole, di corpo, robusto? Ma come si descrive un vino in modo appropriato?
Oltre a porvi a questi interrogativi vi sarà capitato di sentire al ristorante ripetere da qualcuno: «Lei che vino ci consiglia?» O forse siete stati voi stessi i primi a chiedere suggerimenti, ignari di cosa abbinare al piatto ordinato. Magari la risposta ricevuta non vi aveva poi tanto convinto o vi aspettavate qualcosa di diverso. Una cosa è certa: in alcune situazioni avreste voluto avere a disposizione un esperto per orientare le vostre scelte o semplicemente per capire di più quel vino che qualcun altro aveva ordinato per voi.
Ora è arrivato il momento di chiarire tutti i vostri dubbi! Santa Margherita in collaborazione con l'Associazione Italiana Sommelier manda a casa vostra un sommelier professionista per una serata unica e irripetibile! Una degustazione guidata per capire cosa c'è dentro il bicchiere. La vite, la vinificazione, i processi evolutivi, le tecniche di analisi sensoriale, gli abbinamenti con i cibi: segnatevi tutto ciò che volete sapere perché questa è l'occasione per far luce sui vostri quesiti!
Un sommelier si unisce a voi e lo fa attraverso il vino, uno dei prodotti che meglio rappresenta la quotidiana convivialità che raduna familiari e amici intorno a una tavola. Cultura e storia sono racchiuse in ogni etichetta e il consumo moderato e consapevole rappresenta il percorso più appropriato per capire cosa si nasconde dentro ogni bottiglia.
Non vi resta che scegliere i vini di Santa Margherita e tentare la fortuna con il concorso "Un sommelier a casa tua". Sia che vi riteniate esperti o che conosciate poco il mondo del vino, affidatevi a lui e non vi sbaglierete!

Per ulteriori dettagli consulta il sito di Santa Margherita

Nella foto Marco Bimbato, sommelier AIS, a casa di un vincitore del concorso

© Associazione Italiana Sommelier (ed altri contributi)