Statistiche

  • Interventi (1575)
  • Commenti (0)

Archivi

venerdì 30 settembre 2011 11:10:00

Si è concluso martedì 27 settembre a Perugia "Cocktail Show",  Festival del bar e del food & beverage, evento organizzato dalla Eventi DOP di Perugia con il Patrocinio della Provincia e del Comune di Perugia oltre al Patrocinio dell'Associazione Italiana Sommelier e dell'Associazione Nazionale Assaggiatori Grappa e Acquavite.
La manifestazione, rivolta esclusivamente ai barman e agli addetti del settore, ha visto la partecipazione di aziende operanti nel settore bar con stand espositivi che hanno proposto la loro migliore produzione. Tante le adesioni ai master gratuiti in programma due al giorno con protagonisti rum e grappa, lo spumante Trento Doc di Cavit e il Vermouth di Cocchi Spumanti.
Grande emozione per la premiazione del Campione Italiano Barman Professionisti svoltasi in tarda serata, che ha visto vincitore il romano Antonio Pileggi prevalere per una manciata di punti, dopo una finale agguerritissima, su due barman umbri, Marco Piacenti di Terni e Simone Mariani di Umbertide (PG).
Premiati dal Direttore del settimanale Oliovinopeperoncino anche Manuel Sakai di Viareggio (LU) per la "Migliore Capacità Comunicativa" e Antonio Pileggi per la "Miglior Abilità Tecnica" nella preparazione del cocktail.
La giovanissima barlady Rossella Iodice di soli 18 anni proveniente da Motta di Livenza (TV) si è aggiudicata la parure di Xento Fashion per la prima barlady in classifica al Campionato Italiano.
La finalissima è stata preceduta dall'assegnazione del Trofeo "The Best Wine Cocktail" che è andato a Cristian Santini di Pesaro che precede Edoardo Costanzo Carbone di Portico di Caserta e Loris De Santis di Jesi (AN).
«Abbiamo raggiunto il nostro obiettivo che era quello di creare un evento trasparente, professionale e aperto a tutti i barman d'Italia» questo è stato il commento di Ennio Baccianella, Responsabile Comunicazione di Eventi DOP. «Lo abbiamo raggiunto con enormi difficoltà ma i barman hanno creduto in noi come alcune aziende leader che hanno investito nel nostro progetto. Abbiamo offerto spettacolo con musica, colori, con gli interventi sul palco a "sorpresa" di Andrea Paris componente della Confraternita Umbra Prestigiatori con sede a Spoleto, grande professionista che ha intrattenuto il pubblico negli intervalli tra una batteria di concorrenti e la successiva. Ma è stato il cuorea essere il protagonista, sia degli organizzatori sia del team formato da oltre 20 persone tra barman umbri, addetti alla reception, fotografi, operatori video, audio, giudici e relatori, che si sono alternati con professionalità nei loro compiti senza trascurare alcun particolare e rendendo, come hanno detto tanti barman, un evento unico e indimenticabile, come mai si è visto in Italia».

 

© Associazione Italiana Sommelier (ed altri contributi)