Statistiche

  • Interventi (1589)
  • Commenti (0)

Archivi

venerdì 17 giugno 2016 15:00:00

In occasione del T-WINE, evento organizzato da AIS Toscana, c’è stata una degustazione condotta da Massimo Tortora e Simone Vergamini, che hanno presentato al pubblico alcuni vini rossi del territorio. Tra quelli scelti ci ha impressionato un syrah, quello fatto dall’azienda Batzella Ssa, viticoltore in Castagneto Carducci. Il vino si chiama Vox Loci è un Toscana IGT, la vendemmia 2010.

Il vino fermenta in acciaio inox, fa malolattica in barrique, poi matura per 18 mesi in barrique di legno francese, chiude con 12 mesi di bottiglia prima di andare sul mercato. Il nome dato al vino, Vox Loci, è inteso come il voler dare evidenza alla voce del luogo, meglio del terroir, lasciando però il compito della sua crescita alla naturalità del connubio vitigno, suolo e clima.

Ne esce un 2010 intensamente colorato di scuro rosso ciliegia, denso nella massa e luccicante nei riverberi porpora. Bello il suo balsamico effetto olfattivo, ottima la miscelazione frutto e spezie: ciliegia Vignola e pepe nero, chiodo di garofano e mora di gelso. Non manca il tono tostato, di cioccolato puramente fondente e un po’ di erbetta secca in versione macchia mediterranea. Intenso la gusto, con tannino forte e vigoroso, ben bilanciato da glicerina e calore di alcol, il finale di bocca parte con uno spunto minerale che ricorda molto gli Australiani, mentre chiude la sua appetibilità organolettica con una certa saporita sciropposità che richiama quel Rodano Nord in cui primeggiamo La Turque e La Landone: e scusate se è poco questa assonanza.

È davvero un Syrah superbo, che evita però la superbia della struttura per avvicinarsi al sorso del sommelier con la voglia di essere apprezzato fin da subito e magari lasciar spazio all’immaginazione evolutiva verso il suo futuro. Un meritato 92/100.

AIS Staff Writer

 

© Associazione Italiana Sommelier (ed altri contributi)