martedì 10 luglio 2018 08:30:00

Viviamo giorni duri: in un periodo dominato da discussioni sul cibo e sul vino, per essere ammessi al pubblico consesso non è sufficiente servirsi di un francese oscuro, distribuito au petit bonheur nel mezzo di una chiacchierata: un telefonino e l'incomoda ricerca di un commensale possono rovinare en un clin d'œil, l'eroismo di quello sforzo. A peggiorare il dramma, il galateo, incomodo e duro a morire come il fazzoletto da taschino abbinato alla cravatta. 

Barbara Ronchi della Rocca promette un lieto fine alle future serate di tanti sofferenti, e lo fa con Bollicine, che passione!, un libretto intelligente, a metà tra guida ai vini spumanti e galateo del bere, reso più leggero dalle vignette "didattiche" di Darinka Mignatta.

C'è la storia dei vini spumanti, per soddisfare i più eruditi, e qualche perla, per la curiosità dei commensali più ghiotti. Segue la parte più didattica, con la metodologia di produzione, i formati, i dosaggi, e le tecniche di servizio. Poi gli abbinamenti, secondo pietanza e secondo orario (aperitivo, pranzo, brunch, cena che sia, è sempre l'ora buona per scegliere una bollicina) e una fitta scelta di cocktail. 

E c'è il galateo. Perché al di là degli annunci di imminente dipartita, lo spettro di Giovanni Della Casa è sempre lì, in continua evoluzione coi tempi. Al ristorante e in casa altrui, in casa propria e in ogni occasione di incontro, il galateo rimane la chiave indispensabile per essere ammessi una seconda volta all'uscio dei rapporti duraturi. 

Un calice di bollicine, fosse un compleanno, un ricevimento o una festa comandata, c'è sempre, e sempre risponde a piccole, grandi regole di buona educazione. Questo, allora, il solido terreno su cui, dopo avere letto il manuale, chiunque potrà approdare, alla ricerca di un angolino di serenità nel mare in tempesta delle pubbliche relazioni.

Gherardo Fabretti

 

Barbara Ronchi della Rocca

Bollicine, che passione!

Zem Edizioni, 2018, Imola

80 pp.

12,00 euro 

 

© Associazione Italiana Sommelier (ed altri contributi)