L’Associazione Italiana Sommelier ha lo scopo primario di qualificare la figura e la professione di Sommelier, nonché di valorizzare la cultura del vino, dei prodotti alimentari tradizionali e tipici della gastronomia. Essa svolge ogni attività di carattere culturale, didattico ed editoriale, per promuovere la conoscenza e il consumo responsabile dei vini e di altre bevande alcoliche curando direttamente la preparazione professionali dei Sommelier e del personale docente, in conformità al Regolamento della didattica appositamente dell’Associazione stessa.

Per raggiungere questi obiettivi, l’AIS propone un percorso didattico strutturato in tre livelli, per offrire al Corsista un bagaglio tecnico e culturale che gli permetta di acquisire il titolo di Sommelier e, se in possesso dei requisiti richiesti, di Sommelier Professionista.

L’Associazione Italiana Sommelier è all’avanguardia nella costruzione delle tematiche didattiche, aggiorna e migliora continuamente il percorso formativo, adeguandolo alle richieste e alle esigenze di un mercato culturale in continua espansione, per rendere in tal modo la professione del Sommelier una straordinaria opportunità, soprattutto per i giovani.

Il Corso di qualificazione professionale per Sommelier è organizzato in tre livelli e per parteciparvi è indispensabile l’iscrizione all’associazione. La frequenza alle lezioni è obbligatoria, sono ammesse al massimo due assenze per ogni livello. Il Corso si conclude con un esame finale articolato in due giornate per verificare la preparazione culturale e tecnico-pratica del Candidato. I Candidati che superano l’esame finale ricevono l’Attestato di Sommelier, il tastevin con catena e il distintivo.

Il regolamento è disponibile nell’area riservata “Gestioni Soci”, il programma completo si trova in questa sezione, cliccando su “Corso Sommelier”.

 

IN ALLEGATO IL PROGRAMMA DEL CORSO

 

PER INFORMAZIONI SUI CORSI CONTATTARE LE SEDI REGIONALI

Estratto dal Regolamento del Corso e delle attività formative AIS

Consiglio Nazionale 5 febbraio 2019

 

L’Associazione non ha fini di lucro e ha come scopo primario qualificare la figura e la professione del Sommelier e valorizzare la cultura del vino, dei prodotti alimentari tradizionali e tipici, della gastronomia.

Per raggiungere questi obiettivi l’AIS propone un percorso didattico strutturato in tre livelli, denominato Corso Sommelier.

  • L’iscrizione all’Associazione Italiana Sommelier è obbligatoria per tutti quelli che vogliono frequentare il Corso e le altre attività associative, oltre che per sostenere l’esame finale. Il Corsista, una volta iscritto all’AIS, riceverà la Guida VITAE e la rivista trimestrale VITAE, e si avvarrà delle eventuali facilitazioni economiche per l’ingresso al Vinitaly e agli altri eventi associativi e non.
  • Il Corso di qualificazione professionale per Sommelier è articolato in tre livelli.
  • La frequenza alle lezioni del I, II e III livello del Corso è obbligatoria. Sono tollerate al massimo due assenze per ogni livello.
  • Alla fine del I, II e del III livello l’Associazione Regionale non rilascia alcun Attestato di partecipazione ma, su eventuale richiesta del Corsista, una Dichiarazione di frequenza firmata dal Presidente dell’Associazione Regionale.

Il Corsista che abbia lasciato intercorrere più di cinque anni dalla partecipazione a un livello non può iscriversi al successivo a meno di non frequentare di nuovo il livello precedente. Saranno valutati i casi di rientro in AIS (oltre cinque anni) dal Responsabile Nazionale Area Formazione in base al curriculum del socio su segnalazione del Presidente dell’Associazione Regionale.

 

I TRE LIVELLI DEL CORSO

L’iscrizione all’Associazione Italiana Sommelier è obbligatoria per coloro che vogliono frequentare i Corsi e le altre attività associative, oltre che per sostenere l’esame finale.

 

a) Il programma

Il Corso di qualificazione professionale per Sommelier è organizzato in tre livelli.

Il I livello si articola in 15 lezioni, compresa la visita a una cantina.

Il II livello si articola in 15 lezioni.

Il III livello si articola in 14 lezioni, compresa la cena didattica.

In ogni livello del Corso sono tollerate al massimo due assenze.

 

b) La lezione

La lezione deve iniziare con puntualità. La durata della lezione deve essere di 2h-2h30’, da svolgersi in fasce orarie indicativamente comprese tra le 15 e le 18 e tra le 19 e le 22.30; quelle del III livello devono avere una cadenza settimanale.

 

L’autoverifica formativa da svolgersi durante l’ultima lezione del I livello consiste in:

  • questionario di autoverifica: 20 domande a risposta chiusa Vero/Falso;
  • degustazione di un vino con scheda analitico-descrittiva AIS.

L’autoverifica formativa da svolgersi durante l’ultima lezione del II livello consiste in:

  • questionario di autoverifica: 20 domande a risposta multipla;
  • degustazione di un vino con scheda analitico-descrittiva AIS e scheda a punteggio.

Alla fine del I, II e III livello, l’Associazione Regionale può rilasciare, su richiesta del Corsista, una Dichiarazione di partecipazione su carta intestata firmata dal Presidente dell’Associazione Regionale.

Tale dichiarazione è rilasciata solo a chi ha mantenuto l’iscrizione continuativa all’AIS.

 

ESAME FINALE DEL CORSO DI QUALIFICAZIONE PROFESSIONALE

Il Corsista può accedere all’esame finale solo se è in regola con il pagamento della quota all’Associazione Italiana Sommelier relativa all’anno in corso. L’esame finale del Corso per Sommelier consiste in una prova articolata in due giornate, per verificare la preparazione culturale, professionale e tecnico-pratica del Candidato.

Le fasce orarie indicative della prova scritta sono: preferibilmente tra le 15 e le 18, oppure al mattino tra le 11 e le 13; occasionalmente tra le 20 e le 22.30.. La durata della prova scritta è 1h45’. L’orario indicativo della prova orale: 9.30-13; 14-18.30.

 

a) Le prove d’esame

1. La prova scritta deve svolgersi tra 7-20 giorni dopo la conclusione delle lezioni e consiste in una parte teorica e una di degustazione e abbinamento cibo/vino, indicativamente suddivise in:

Prova scritta. Quiz con risposta Vero/Falso e serie di 25 domande con differenti opzioni di risposte corrette, da 1 a 4. Degustazione scritta di 2 vini e una prova di abbinamento cibo/vino

Il totale del punteggio conseguibile è 50/100.

Per essere ammesso alla prova orale il Candidato deve conseguire il punteggio minimo di 30/50.

 

2. La prova pratica-orale deve svolgersi tra 14-28 giorni dopo la prova scritta, ed è suddivisa in:

  • I parte: prova di servizio (5 punti);
  • II parte: prova di degustazione (10 punti),
  • Il colloquio (35 punti) con il Commissario d’esame
  • Il massimo punteggio conseguibile nella prova pratico-orale è 50/100.

Totale prove d’esame: 100/100, si consegue l’idoneità a partire da 60/100

 

b) L’esito dell’esame

Il Candidato che supera l’esame finale acquisisce la qualifica di Sommelier. Per la qualifica di Sommelier Professionista dovrà fornire un’idonea documentazione, da richiedere alla segreteria didattica nazionale. La ripetizione dell’esame finale (max 2 volte) potrà avvenire dopo almeno 60 giorni.