Statistiche

  • Interventi (1589)
  • Commenti (0)

Archivi

giovedì 31 ottobre 2013 15:15:00

Ancora una volta l’Associazione Italiana Sommelier e la Onlus Semi di Pace International collaborano fianco a fianco. A Jesi una cena di gala a scopo benefico, presso la sede della Banca Popolare di Ancona, ha permesso di raccogliere 16 mila euro, frutto di una donazione diretta dello stesso Istituto e di una lotteria con prestigiosi premi in palio. La somma sarà destinata al “Progetto Luce”, l’iniziativa umanitaria dedicata allo sviluppo delle attività oftalmologiche per aiutare le popolazioni africane di Burundi e nella Repubblica Democratica del Congo a recuperare l’uso della vista. 

Nel corso della serata, alla presenza del sindaco di Jesi Massimo Bacci, il Presidente di Semi di Pace Luca Bondi ha insignito l’Associazione Italiana Sommelier - direttamente nelle mani del Presidente Nazionale Antonello Maietta - del riconoscimento di Socio Onorario, in virtù della proficua collaborazione avviata tra i due enti da qualche anno.

Il “Progetto Luce”, nato nel 2009 in Burundi presso l’ospedale di Bururi e poi esteso alla Repubblica Democratica del Congo, nella struttura sanitaria di Lumbi, permette la realizzazione di interventi chirurgici agli occhi a beneficio di bambini, adulti e anziani, ed è interamente coordinato da Semi di Pace International che provvede ad ogni aspetto: la formazione dell’équipe medica e paramedica, che si avvale dell’aiuto di volontari provenienti da ogni regione d’Italia, la spedizione di medicinali, l’allestimento della sala operatoria, gli interventi chirurgici, la degenza in loco dei pazienti, il decorso post-operatorio attraverso la fornitura di farmaci, colliri, unguenti, occhiali, e tutto quanto risulta necessario ai pazienti per una completa guarigione.

I risultati ottenuti sono straordinari: in quattro anni di attività sono stati visitati quasi 2000 pazienti, sono state eseguite centinaia di interventi chirurgici di cataratta, glaucoma e pterigio, e parecchi bambini e ragazzi oggi sono dotati di occhiali correttivi.

Nel nostro Paese alcuni interventi agli occhi sono operazioni di semplice routine, da effettuarsi in ambulatorio. In Africa gli stessi interventi possono letteralmente salvare due vite, quella del paziente, strappato alla cecità, e quella di un bambino che sacrifica la propria vita per fare da “bastone” al non vedente.

L’Associazione Italiana Sommelier, con il suo Presidente regionale Domenico Balducci, ha curato la scelta e l’abbinamento dei vini, messi amichevolmente a disposizione dalle aziende marchigiane Colonnara, Umani Ronchi, Tenuta San Marcello e Moroder.

I sommelier Lucia Bartolucci, Vania Bianchi, Pamela Brilli, Maria Coppola, Daniela Manoni, Milly Olivieri, Michele Canonici e Luca Civerchia, guidati dal Delegato Paolo Grassini, hanno contribuito allo spirito della serata mettendosi infaticabilmente a disposizione per il servizio dei vini. L’AIS Marche ha inoltre assicurato la presenza del direttore della rivista associativa, Gualberto Compagnucci, per un reportage completo dell’evento.

Un plauso infine all’azienda Colonnara, che ha realizzato un’etichetta personalizzata in ricordo dell’evento.

 

 

 Luca Bondi, Presidente di Semi di Pace, e Antonello Maietta, Presidente Nazionale AIS

 

La serata è stata animata dall’attore comico Roberto Ciufoli

 

Ilaria Santomanco

 

© Associazione Italiana Sommelier (ed altri contributi)