Statistiche

  • Interventi (1637)
  • Commenti (0)

Archivi

martedì 20 marzo 2012 11:40:00

L'anno 2011 del vino si chiude con cifre da record: l'export italiano si è attestato sui 4,4 miliardi di euro, +12,4% sul 2010, ovvero 500 milioni di euro in più per oltre 24 milioni di ettolitri. Le elaborazioni dell'Associazione Enologi Enotecnici Italiani (Assoenologi), l'organizzazione di categoria dei tecnici vitivinicoli, certifica questi dati che saranno oggetto di analisi e discussione durante l'ormai prossimo Vinitaly.
Questo importante segnale di crescita dell'export del Made in Italy potrebbe aprire la strada a una decisa inversione di tendenza dei mercati e della capacità competitiva della produzione italiana. Il valore delle esportazioni raggiunge 31,4 miliardi a fronte dei 29,9 delle importazioni. Nell'arco di un anno l'interscambio migliora da -3 miliardi a +1,4 miliardi di euro. L'area dell'Unione Europea segna un saldo negativo di -577 milioni di euro, comunque in netto recupero rispetto a -1.577 milioni di euro del dicembre 2010.
Nell'area dell'UE il valore dell'export registra una debole crescita dello 0,8%, segno di una progressiva flessione della domanda; in termini assoluti i valori passano da 15,9 a 16,0 miliardi di euro.

© Associazione Italiana Sommelier (ed altri contributi)