Statistiche

  • Interventi (1521)
  • Commenti (0)

Archivi

lunedì 19 novembre 2018 08:30:00

Due giorni ricchi di appuntamenti per il Convegno nazionale di Solidus, promosso dalle otto associazioni nazionali del settore turistico, alberghiero e ristorativo, a partire dalla presentazione del libro della Caritas Diocesana, Butta la pasta, un ricettario nato tre anni fa dall’esperienza del Refettorio Ambrosiano, realizzato da Caritas Ambrosiana e inaugurato a Milano, nel quartiere Greco, nel contesto di Expo Milano 2015. Temi, quelli del cibo recuperato e della lotta allo spreco alimentare, su cui Solidus, del resto, si è impegnata sin dal convegno di Spotorno del 2014.

Due i grandi argomenti affrontati durante i lavori: criminalità e sostenibilità. All'Istituto Alberghiero Carlo Porta di Milano, in collaborazione con Doof, l’altra faccia del food, il delicato tema della penetrazione delle mafie nel mondo del food e beverage ha visto la partecipazione del critico gastronomico Valerio Massimo Visintin  e di Cesare Giuzzi, entrambi giornalisti in forze al Corriere della Sera, oltre ad Alessandra Dolci, Coordinatrice Distrettuale Antimafia; David Gentil, presidente della Commissione Antimafia del Comune di Milano; Roberto Leggero, presidente dell'associazione La Torre-Mattarella, e Carlo Romito, presidente nazionale Solidus. Una buona occasione, per professionisti e studenti di 11 Istituti alberghieri, di toccare con mano le dimensioni del problema, ascoltando relatori di alto profilo, destinata a ripetersi negli anni a venire.

Presso la sede della Regione Lombardia, invece, il dibattito sulla sostenibilità nel settore ristorazione, in collaborazione fra  Solidus e Eatour di Vincent Spaccapeli. Manager alberghieri quali Alessandro D’Andrea, presidente nazionale di ADA e direttore dell’Hotel Senato, Raffaello Panariello, manager del Marriott Milano e Marco Gilardi di NH Group, dopo una approfondita analisi della situazione e delle sue criticità, di concerto con  gli specialisti di Coldiretti Lombardia e del Banco Alimentare, hanno suggerito proposte e percorsi comuni, attuabili anche dalle associazioni che compongono Solidus.

Martedì 13 è invece iniziata l’intensissima parte operativa del convegno, a partire dalla finale del concorso per giovani barman delle scuole alberghiere di Lombardia, Piemonte e Liguria, che ha rivelato l'ottima preparazione e professionalità di tutti i concorrenti. Preparato e realizzato da ABI Professional, la giovane Associazione Nazionale Barman, con il contributo del segretario nazionale Alfredo Raineri, il trofeo è stato vinto dal Carlo Porta di Milano.

A seguire, la celebrazione del  gemellaggio gastronomico tra Lombardia e Liguria, idealmente rappresentato da uno show cooking in cui il riso lombardo ha incontrato il pesto ligure, realizzato grazie al lavoro dell’Associazione Cuochi Savona e alle indicazioni del decano Stefanino Canepa di Celle Ligure. Una iniziativa resa possibile dal contributo dell’azienda Sirman, fornitrice dei macchinari; dai prodotti di eccellenza messi a disposizione dal Consorzio Riso e Rane, dall’azienda Calcagno di Celle Ligure e dalla cooperativa olivicola di Arnasco, e dall’Azienda Goldplast di Arcisate (VA). L’azienda di catering SIR, di Bergamo, ha provveduto a rifocillare i 150 volontari presenti con un fumante piatto di graditissime lasagne classiche.

Nel pomeriggio la cerimonia ufficiale del premio nazionale “I Professionisti dell’anno 2018 di Solidus del settore alberghiero/ristorazione”, con le autorevoli presenze Istituzionali del Vice Presidente Regione Lombardia Fabrizio Sala, l’Assessore al Turismo Lara Magoni, l’Assessore alla Formazione Melania De Nicolo Rizzoli e il Vice Sindaco della Città Metropolitana di Milano Arianna Censi. Presenti inoltre i Presidenti nazionali di ADA Alessandro D’Andrea, AIS Antonello Maietta, AIH Margherita Zambuco, FAIPA Mauro Di Maio, AIRA Mimmo Minichino ; il Vice Presidente Nazionale di FIC Carlo Bresciani, i Segretari Nazionali di AMIRA Antonio Diciano e ABI Professional Alfredo Raineri.

Per l'Associazione Italiana Sommelier è stato scelto Antonio Riontino; tra i direttori d'albergo (ADA) l'altoatesino Francesco Morini. Pietro Centineo è il nome prescelto dall'AIRA (Associazione Italiana Impiegati d'Albergo); per la la Federazione Italiana Cuochi (FIC) il valtellinese Fabrizio Camer. I maître italiani di AMIRA hanno riconosciuto l'impegno di Giorgio Bona.  Ryan Fenech il nome indicato dalla Federazione dei Portieri d'Albergo (FAIPA, mentre l'Associazione Italiana Housekeeper (AIH) ha scelto la governante Maria Scasserra.  L'Associazione Barmen Italiani, infine, ha premiato Gianmario Artosi. Sul palco, l’artista Eliana Zunino, che con l’anteprima del progetto “Music Gourmet” ha allietato e incantato la cerimonia.

A concludere l'evento, una degustazione di vini a cura di AIS, e una torta monumentale dal tema l’albergo e le sue professioni, i simboli della Lombardia e dell’Italia, preparata in diretta dalla cake designer Patrizia De Lazzari insieme ai colleghi della Federazione Internazionale Pasticceria Gelateria Cioccolateria (FIPGC), unitamente ai ragazzi del Collegio Ballerini di Seregno.

Ufficio Stampa Solidus

 

© Associazione Italiana Sommelier (ed altri contributi)