Statistiche

  • Interventi (1577)
  • Commenti (0)

Archivi

venerdì 21 ottobre 2016 18:00:00

Il Ministro Gentiloni, il 26 ottobre 2016 a Villa Madama, presenterà la Prima Settimana della Cucina Italiana nel Mondo. 1.300 eventi che si svolgeranno in oltre cento diversi paesi, volti a promuovere l’enogastronomia italiana all’estero

Il MAECI ha attivato, in stretta collaborazione con il MIPAAF, un’azione di squadra coinvolgendo tutti gli attori pubblici e privati che, a vario titolo, rappresentano la cucina italiana di alto livello e l’Italia nel mondo: dalle istituzioni (MISE e Agenzia ICE, MIUR, MIBACT ed Enit, Regioni) alle associazioni di categoria, dalle scuole di cucina alle reti dei ristoranti italiani certificati, dai principali gruppi del design agli operatori del settore enogastronomico.

Il progetto si inserisce nel piano di azioni per il sostegno al settore agroalimentare e alla cucina italiana, il Food Act, presentato dal MIPAAF nel luglio 2015 per conto del Governo italiano, e nelle azioni previste dal Protocollo d’Intesa per la valorizzazione all’estero della cucina italiana di qualità, sottoscritto tra MAECI, MIPAAF e MIUR lo scorso 15 marzo 2016.

Il coordinamento della Settimana della Cucina è garantito dal Gruppo di lavoro, istituito dal Protocollo e presieduto dalla Farnesina, del quale AIS fa parte, a conferma del ruolo di riferimento che l’Associazione vanta nell’ambito della sommellerie internazionale.

Quest’anno la Settimana della Cucina Italiana nel mondo si terrà dal 21 al 27 novembre, anche se in alcuni Paesi sono previsti anticipi o posticipi, a seconda del contesto locale, per garantire massima visibilità ed efficacia alle iniziative. Sono stati identificati Paesi prioritari destinatari di azioni rafforzate di promozione e comunicazione, quali Stati Uniti, Canada, Brasile, Russia, Cina, Giappone, Emirati Arabi Uniti.

Ufficio Stampa AIS

LA PRESENTAZIONE DELL'EVENTO SUL SITO DEL MINISTERO DEGLI ESTERI

 

© Associazione Italiana Sommelier (ed altri contributi)