Statistiche

  • Interventi (1560)
  • Commenti (0)

Archivi

lunedì 22 luglio 2013 15:20:00

Quest’estate del vino non finisce di stupire. Questa volta l’attenzione è attirata da una notizia pubblicata nel Wall Street Journal. Tutto accade a Buellton, California, da Terravant Wine Company.

Questa winery ha realizzato un brand chiamato Spin the Bottles Wines, (to spin significa “ruotare, far girare”).

Questo brand pionieristico, Spin the Bottle, appunto, usa una tecnologia lenticolare brevettata che permette all’etichetta di animarsi, di fare un effetto movimento.

Il disegno di questa etichetta lenticolare, formato da due bottiglie, è in grado di muoversi, cioè le bottiglie roteano. La cosa curiosa accade quando il cliente cammina a lato di uno scaffale di vino, perché resterà sorpreso dall’immagine delle due bottiglie che lo accompagneranno nel suo incedere, muovendosi a loro volta: roteando.

A detta dell’azienda produttrice anche il vino sarà una sorpresa, ma in positivo, perché è rifinito enologicamente nei minimi particolari.

Per ora si possono trovare sul mercato tre prodotti: il California Chardonnay 2011, il California Cabernet Sauvignon 2010 e California Red Blend 2010, le cui uve provengono in misura maggioritaria da Santa Barbara.

Il profilo organolettico dei vini è fondato sull’immediatezza della beva  fruttata, accompagnata da profumi intensi, ma non complessi, con un equilibrio gustativo pressoché compiuto e un finale golosamente morbido: totalmente American style.

Sono vini da grande distribuzione, in cui la combinazione tra invenzione (quella dell’etichetta) e la qualità giovanile del vino dovrà produrre risultati molto soddisfacenti, visto anche il prezzo al pubblico di $11,99: così ha parlato TWC.

 

© Associazione Italiana Sommelier (ed altri contributi)